Categoria: 1sxt

MA POSSIBILE CHE DEVO PARLARE ANCORA DI CARIE?

ancora carie - il blog del dottormic -

Sì lo devo fare. Lo devo fare fino a quando vedrò questo tipo di malattia nella mia pratica quotidiana. Perché ci sono ancora due certezze nel mio lavoro. La prima è che la carie è una malattia. Non è un buco in un dente che può essere riparato come un semplice danno ma è una malattia sostenuta da batteri che, in condizioni favorevoli (favorevoli per i batteri ma molto sfavorevoli per la persona ammalata), distruggono lo smalto del dente, penetrano nello stesso causando colore fino alla potenziale perdita. La seconda certezza deriva dal fatto che è una malattia ancora molto presente nella popolazione e, cosa ancora più grave, è presente nella bocca di pazienti giovani e giovanissimi. La carie si può curare, ormai lo sanno anche i muri. Ma questo non basta o meglio non è il punto fondamentale. Tutti sono capaci di curare una carie una volta che si è formata. Alla fine si tratta di pulire bene il buco nel dente e riempirlo con un materiale che avrà le sembianze del dente intatto. Il punto però è che

PRIMA DELLA CARIE – parte 2

demineralizzato - il blog del dottormic -

L’ipomineralizzazione dello smalto è una malattia generalmente causata da un pH uguale o inferiore a 5.5. A questo valore di acidità inizia il fenomeno della dissoluzione dell’idrossiapatite che è il costituente essenziale dello smalto. Durante il processo lo smalto viene intaccato dagli acidi forti presenti negli alimenti, o anche dall’azione dei batteri della placca presenti nel cavo orale che si nutrono dei residui di cibo e di zuccheri, specie quelli raffinati derivati per esempio dai residui di carboidrati. Nella forma più grave, che colpisce soprattutto i bambini, la demineralizzazione dello smalto si chiama Molar Incisor Hypomineralization (MIH), in italiano “ipomineralizzazione” ed è una patologia dentaria spesso sottovalutata. Invece, i denti a macchie sono diffusi in tutto il mondo e colpiscono di solito i bambini, con una media dal 3% al 25%. Non molti sanno quali sono i rischi connessi a questa malattia. Se non diagnosticata con tempestività, può portare alla frattura dello smalto dei denti. I denti ipomineralizzati, se non curati, si presentano con macchie bianco-giallastre o marroni, sono sensibili al caldo e al freddo, durante la masticazione e le

PRIMA DELLA CARIE

demineralizzato - il blog del dottormic -

Oggi parliamo di carie. Ne abbiamo già parlato in passato e questa volta vorrei affrontare il tema da un punto di vista un po’ differente. Oggi parliamo della situazione che precede la carie. In questo caso viene colpito solo lo smalto, senza provocare una cavità: si tratta di una situazione del tutto particolare detta “lesione iniziale dello smalto”, che non è carie vera e propria in quanto non è presente la perdita di tessuto dentale. Questa situazione è reversibile e significa che si può guarire senza lasciare traccia di ciò che è avvenuto. La lesione dello smalto è caratterizzata dalla perdita di sostanza inorganica cioè di smalto sotto la superficie dello smalto stesso. In altri termini lo smalto superficiale appare intatto mentre al disotto si ha perdita di materiale cristallino. Si può notare, quando visibile, un aspetto bianco-gessoso dello smalto da cui il nome di “white spot” o “macchia bianca” la cui peculiarità consiste nel presentarsi delle aree o strisce ben circoscritte dal colore bianco latte. Oltre al problema clinico c’è quindi anche un problema estetico ed è proprio questo

La nuova chiusura del sabato

chiusura sabato - il blog del dottormic -

Per anni lo studio Rossini è stato aperto il sabato. Per essere precisi per quasi 20 anni siamo stati aperti dal lunedì mattina alle 8 fino al sabato pomeriggio. Questo per quasi 300 giorni l’anno. È stato un grande sforzo e un grande impegno di tutte le persone dello studio. Impegno portato avanti grazie alla volontà di dare un servizio completo a tutti i nostri pazienti. In questi anni molte cose sono cambiate, il mondo è cambiato. Nel tempo sono nate nuove sfide e nuove esigenze. Venire incontro ai bisogni dei pazienti in termini di tempo a loro dedicato è sempre stata una priorità e sempre lo sarà. Abbiamo deciso di offrire tutti i nostri servizi durante l’intero arco della giornata. Questo significa orario continuato che in pratica corrisponde ad accendere le luci alle otto del mattino per spegnerle dodici ore più tardi alle otto di sera. Per poter erogare un servizio di tale portata è necessaria una grande quantità di energia e un grande impegno da parte di tutti: medici, assistenti e segretarie. Questo impegno è da sempre uno

FELICI COME UNA PASQUA

felice come una pasqua - il blog del dottormic -

Buona Pasqua! Auguri a tutti in questo periodo tradizionalmente dedicato alla pace, alla riflessione sulla tradizione. La Pasqua è la festa per antonomasia per i cristiani. La vera festa che celebra la sconfitta del male e la vittoria sulla morte. Festa più importante di tutte, più importante del Natale che sempre più viene sotterrato sotto la sua immagine consumistica. A Pasqua non è obbligatorio scambiarsi i regali e ci si può godere di più la semplice festa, la semplice voglia di stare insieme, di tornare in famiglia e di programmare la prima vera scampagnata di primavera approfittando del lunedì di festa. Proprio in questi giorni, mentre pensavo a questo periodo, mi è venuta in mente una espressione che mi piace moltissimo. Non si usa solo a Pasqua ma da questa festa trae la sua ispirazione. Si dice infatti: essere felici come una Pasqua. Negli ultimi tempi sento tante persone lamentarsi di tutto e di tutti senza lasciare lo spazio per potersi nemmeno ricordare di un modo di dire così bello. In studio cerchiamo di rendere felici, nel nostro piccolo, le

Plastic Challenge

plastic challenge - il blog del dottormic-

È arrivato il momento del Plastic Challenge! È stato il dottor Matteo a scatenare tutto. Ha cominciato a parlare della possibilità di eliminare la plastica da alcune procedure di studio e ha scoperto che una delle maggiori fonti di produzione di questo materiale era costituita, udite, udite, dai bicchierini del caffè usati in abbondanza durante le pause in studio. Sembra incredibile ma è stato calcolato un utilizzo annuale di migliaia di questi bicchierini che, inevitabilmente, andrebbero ad ingrossare la mole di materiale che ogni giorno deve essere trattata e smaltita. Sappiamo bene che la plastica non si può distruggere ma si può solo trasformare in qualcosa di differente e comunque potenzialmente inquinante. Grazie a queste premesse è stato preso l’impegno di ridurre l’utilizzo dei famigerati bicchierini durante la giornata in favore di più ecologiche tazzine in altro materiale riutilizzabile. Questo è un piccolo passo utile ma è solo il primo piccolo passo al quale abbiamo subito deciso di farne seguire altri. L’iniziativa più importante in questo senso è costituita dalla decisione di farci aiutare da tutti istituendo il Plastic Challenge

Corriamo a Leggere

corriamo a leggere - il blog del dottormic -

Domenica 7 aprile sarà la giornata in cui si correrà la Maratona di Milano, una gara importante che permette a corridori professionisti di misurarsi tra loro, a corridori amatoriali di misurarsi con se stessi e a squadre di corridori (della domenica ma non solo) di stare insieme e di condividere momenti importanti. Noi in studio abbiamo deciso di partecipare per il secondo anno di fila e di condividere questa giornata con una associazione che, come molti sanno, abbiamo imparato a conoscere molto bene. Genitori si diventa partecipa alla maratona con 11 staffette composte da genitori adottivi e amici con l’iniziativa Corriamo a Leggere un progetto per creare uno spazio dedicato alla lettura e per comprare libri adeguati ai bambini e per favorire lo sviluppo di competenze cognitive e sociali. Lo spazio sarà creato e gestito nello spirito del book sharing sperimentato con successo in molti paesi. È una iniziativa importante che noi in studio sosteniamo e in cui crediamo. Abbiamo iscritto una nostra squadra alla gara, la squadra di 1SorrisoXTutti formata da quattro persone che lo studio conosce bene. Ci

L’acqua e N.O.I.

acqua ti vogliamo bene - il blog del dottormic -

Qualche giorno fa è stata la giornata mondiale dedicata all’acqua e alle problematiche legate al suo utilizzo. In Studio ne usiamo molta ogni giorno per le più svariate operazioni. Dal lavaggio dei ferri alla loro sterilizzazione il ciclo prevede l’utilizzo di molta acqua. Per alimentare tutti i trapani che usiamo c’è bisogno di un getto d’acqua che raffreddi la fresa e che asporti tutti i detriti. A proposito sapete che da sempre trattiamo in modo particolare l’acqua che viene messa in circolo nello studio in modo da ridurre enormemente le problematiche legate all’utilizzo di acqua corrente all’interno delle poltrone dello studio? Ci sono molti microorganismi che possono colonizzare tubi e apparecchiature proprio tramite l’acqua ed è necessario un lavoro particolare per tenere tutto sotto controllo. Insomma senza acqua noi non possiamo lavorare. Questo preziosissimo elemento che permette la vita sulla terra, ci consente, tra le altre cose, di svolgere al meglio il nostro lavoro. La domanda è: cosa possiamo fare per ridurre lo spreco di acqua visto che comunque siamo obbligati ad utilizzarla? Per esempio, tutti i rubinetti, oltre ad

Splendente primavera – seconda parte

splendente primavera - il blog del dottormic -

Dal precedente articolo: “Succede così che quel piccolo fastidio, quel dolorino sordo che abbiamo accusato in bocca nei mesi precedenti a cui non abbiamo voluto prestare attenzione, adesso ci diventa insopportabile e vogliamo fare qualcosa. ” Non possiamo rinascere con un problema, dobbiamo risolverlo e, proprio in questo periodo, la primavera, siamo più disposti a farlo. N.O.I., che sappiamo come funzionano le modalità per conservare e rinnovare la propria salute, siamo qui pronti ad accogliervi, soprattutto in questo periodo. Sappiamo come, nel rispetto delle nostre regole, sia possibile tornare a sorridere progettando in modo consapevole la propria salute e il suo mantenimento nel tempo. La nostra campagna Vogliamoci bene è stata creata apposta per permettere a tutti i dottori e igienisti dello studio di accogliere non solo i nuovi pazienti ma anche quelli che pazienti lo sono già e hanno finalmente deciso di progettare la propria salute. Basta una semplice visita in cui si potrà parlare di come si può accedere in maniera personalizzata alle cure e alla prevenzione, un momento in cui si potrà sperimentare come ottenere il proprio

Splendente primavera

primavera 2019 - il blog del dottormic-

Mi piace sempre andare a scavare l’etimologia delle parole chiave delle cose che scrivo. In questi giorni avevo in mente di parlare della primavera imminente e nel considerare l’origine di questa parola mi sono imbattuto nel significato di ver, radice della parola stessa, che ha un’origine indoeuropea col significato di splendente. Se a questo si aggiunge appunto il concetto di primo allora si ottiene il significato completo di inizio di splendore, per tutto e per tutti. Ora capite che per chi da anni ha un marchio come quello di 1SorrisoXTutti, la primavera non può che essere un periodo fantastico. La primavera per il nostro studio è un periodo solenne, sottolineato dal fatto che da anni, proprio in questi mesi, aumentano regolarmente il numero di visite e di pazienti che decidono di iniziare piani di cura per tornare in salute. E come potrebbe essere il contrario dal momento che il nostro corpo sperimenta ogni anno l’inizio di qualcosa di bello, percepisce il primo caldo sole che si fa spazio nei cieli grigi e freddi invernali. La terra si risveglia, compaiono margherite