Categoria: Persone

PRIMA DELLA CARIE

demineralizzato - il blog del dottormic -

Oggi parliamo di carie. Ne abbiamo già parlato in passato e questa volta vorrei affrontare il tema da un punto di vista un po’ differente. Oggi parliamo della situazione che precede la carie. In questo caso viene colpito solo lo smalto, senza provocare una cavità: si tratta di una situazione del tutto particolare detta “lesione iniziale dello smalto”, che non è carie vera e propria in quanto non è presente la perdita di tessuto dentale. Questa situazione è reversibile e significa che si può guarire senza lasciare traccia di ciò che è avvenuto. La lesione dello smalto è caratterizzata dalla perdita di sostanza inorganica cioè di smalto sotto la superficie dello smalto stesso. In altri termini lo smalto superficiale appare intatto mentre al disotto si ha perdita di materiale cristallino. Si può notare, quando visibile, un aspetto bianco-gessoso dello smalto da cui il nome di “white spot” o “macchia bianca” la cui peculiarità consiste nel presentarsi delle aree o strisce ben circoscritte dal colore bianco latte. Oltre al problema clinico c’è quindi anche un problema estetico ed è proprio questo

FELICI COME UNA PASQUA

felice come una pasqua - il blog del dottormic -

Buona Pasqua! Auguri a tutti in questo periodo tradizionalmente dedicato alla pace, alla riflessione sulla tradizione. La Pasqua è la festa per antonomasia per i cristiani. La vera festa che celebra la sconfitta del male e la vittoria sulla morte. Festa più importante di tutte, più importante del Natale che sempre più viene sotterrato sotto la sua immagine consumistica. A Pasqua non è obbligatorio scambiarsi i regali e ci si può godere di più la semplice festa, la semplice voglia di stare insieme, di tornare in famiglia e di programmare la prima vera scampagnata di primavera approfittando del lunedì di festa. Proprio in questi giorni, mentre pensavo a questo periodo, mi è venuta in mente una espressione che mi piace moltissimo. Non si usa solo a Pasqua ma da questa festa trae la sua ispirazione. Si dice infatti: essere felici come una Pasqua. Negli ultimi tempi sento tante persone lamentarsi di tutto e di tutti senza lasciare lo spazio per potersi nemmeno ricordare di un modo di dire così bello. In studio cerchiamo di rendere felici, nel nostro piccolo, le

Plastic Challenge

plastic challenge - il blog del dottormic-

È arrivato il momento del Plastic Challenge! È stato il dottor Matteo a scatenare tutto. Ha cominciato a parlare della possibilità di eliminare la plastica da alcune procedure di studio e ha scoperto che una delle maggiori fonti di produzione di questo materiale era costituita, udite, udite, dai bicchierini del caffè usati in abbondanza durante le pause in studio. Sembra incredibile ma è stato calcolato un utilizzo annuale di migliaia di questi bicchierini che, inevitabilmente, andrebbero ad ingrossare la mole di materiale che ogni giorno deve essere trattata e smaltita. Sappiamo bene che la plastica non si può distruggere ma si può solo trasformare in qualcosa di differente e comunque potenzialmente inquinante. Grazie a queste premesse è stato preso l’impegno di ridurre l’utilizzo dei famigerati bicchierini durante la giornata in favore di più ecologiche tazzine in altro materiale riutilizzabile. Questo è un piccolo passo utile ma è solo il primo piccolo passo al quale abbiamo subito deciso di farne seguire altri. L’iniziativa più importante in questo senso è costituita dalla decisione di farci aiutare da tutti istituendo il Plastic Challenge

Corriamo a Leggere

corriamo a leggere - il blog del dottormic -

Domenica 7 aprile sarà la giornata in cui si correrà la Maratona di Milano, una gara importante che permette a corridori professionisti di misurarsi tra loro, a corridori amatoriali di misurarsi con se stessi e a squadre di corridori (della domenica ma non solo) di stare insieme e di condividere momenti importanti. Noi in studio abbiamo deciso di partecipare per il secondo anno di fila e di condividere questa giornata con una associazione che, come molti sanno, abbiamo imparato a conoscere molto bene. Genitori si diventa partecipa alla maratona con 11 staffette composte da genitori adottivi e amici con l’iniziativa Corriamo a Leggere un progetto per creare uno spazio dedicato alla lettura e per comprare libri adeguati ai bambini e per favorire lo sviluppo di competenze cognitive e sociali. Lo spazio sarà creato e gestito nello spirito del book sharing sperimentato con successo in molti paesi. È una iniziativa importante che noi in studio sosteniamo e in cui crediamo. Abbiamo iscritto una nostra squadra alla gara, la squadra di 1SorrisoXTutti formata da quattro persone che lo studio conosce bene. Ci

L’acqua e N.O.I.

acqua ti vogliamo bene - il blog del dottormic -

Qualche giorno fa è stata la giornata mondiale dedicata all’acqua e alle problematiche legate al suo utilizzo. In Studio ne usiamo molta ogni giorno per le più svariate operazioni. Dal lavaggio dei ferri alla loro sterilizzazione il ciclo prevede l’utilizzo di molta acqua. Per alimentare tutti i trapani che usiamo c’è bisogno di un getto d’acqua che raffreddi la fresa e che asporti tutti i detriti. A proposito sapete che da sempre trattiamo in modo particolare l’acqua che viene messa in circolo nello studio in modo da ridurre enormemente le problematiche legate all’utilizzo di acqua corrente all’interno delle poltrone dello studio? Ci sono molti microorganismi che possono colonizzare tubi e apparecchiature proprio tramite l’acqua ed è necessario un lavoro particolare per tenere tutto sotto controllo. Insomma senza acqua noi non possiamo lavorare. Questo preziosissimo elemento che permette la vita sulla terra, ci consente, tra le altre cose, di svolgere al meglio il nostro lavoro. La domanda è: cosa possiamo fare per ridurre lo spreco di acqua visto che comunque siamo obbligati ad utilizzarla? Per esempio, tutti i rubinetti, oltre ad

OGGI VORREI PARLARE DEL FLUORO – SECONDA PARTE

il fluoro parte seconda - il blog del dottormic-

La scienza non si ferma mai, nel tempo si è scoperto come la massima azione del fluoro non avviene per l’introduzione sistemica con la dieta, ma avviene con l’introduzione nel cavo orale dove può posizionarsi come barriera tra lo smalto e le colonie di batteri presenti nella placca. Si è quindi studiata l’azione del fluoro introdotto all’interno dei dentifrici che in pochi anni sono diventati lo strumento essenziale per la prevenzione dalla carie. Il dentifricio contenente fluoro infatti agisce: – nella quantità giusta: la quantità di smalto all’interno del dentifricio è controllata – nel posto giusto: tra lo smalto del dente e la placca – al momento giusto: dopo i pasti principali Per questo, l’abitudine di lavarsi i denti almeno tre volte al giorno con un dentifricio al fluoro ha diminuito ulteriormente la presenza di carie nella bocca soprattutto dei pazienti più giovani i quali, nel tempo, hanno assunto la preziosa abitudine di frequentare lo studio dentistico per utilizzare tutte le forma messe loro a disposizione. La diminuzione legata a questa abitudine ha messo praticamente in disuso, nei paesi occidentali,

Splendente primavera

primavera 2019 - il blog del dottormic-

Mi piace sempre andare a scavare l’etimologia delle parole chiave delle cose che scrivo. In questi giorni avevo in mente di parlare della primavera imminente e nel considerare l’origine di questa parola mi sono imbattuto nel significato di ver, radice della parola stessa, che ha un’origine indoeuropea col significato di splendente. Se a questo si aggiunge appunto il concetto di primo allora si ottiene il significato completo di inizio di splendore, per tutto e per tutti. Ora capite che per chi da anni ha un marchio come quello di 1SorrisoXTutti, la primavera non può che essere un periodo fantastico. La primavera per il nostro studio è un periodo solenne, sottolineato dal fatto che da anni, proprio in questi mesi, aumentano regolarmente il numero di visite e di pazienti che decidono di iniziare piani di cura per tornare in salute. E come potrebbe essere il contrario dal momento che il nostro corpo sperimenta ogni anno l’inizio di qualcosa di bello, percepisce il primo caldo sole che si fa spazio nei cieli grigi e freddi invernali. La terra si risveglia, compaiono margherite

Oggi vorrei parlare del fluoro

il fluoro- il blog del dottormic-

Il fluoro è un elemento naturale, presente sulla terra. Ci sono luoghi in cui è più abbondante e in quelle regioni le acque sono naturalmente ricche di questa sostanza. Spesso parliamo con i nostri pazienti dell’importanza del fluoro e oggi vorrei mettere in evidenza il ruolo che ha avuto nella storia della carie per l’intera umanità. Dovete sapere che la carie è stata una malattia praticamente sconosciuta fino alla metà del diciottesimo secolo. La mummia di Similaun, l’uomo dei ghiacci ritrovato praticamente intatto alcuni anni or sono, presentava una dentatura priva di carie. Le ricerche epidemiologiche in epoche più recenti hanno dimostrato come questa malattia fosse praticamente inesistente fino a quando nella dieta di tutti i giorni sono stati introdotti stabilmente gli zuccheri. Questa situazione, avvenuta dopo la metà del 1800, ha portato in pochi anni alla diffusione pandemica della carie nella popolazione umana con una crescita rapida e immensa e che non ha visto rallentamenti fino a quando, verso la fine del secolo scorso, non è stata scoperta l’importanza del fluoro per la protezione dello smalto dagli attacchi dei

Posso chiedere ad un altro medico? -TERZA PARTE-

il secondo parere terza parte- il blog del dottormic-

Negli scorsi articoli ho parlato del “secondo parere”, ovvero il fatto di chiedere ad un secondo medico un consiglio, un’opinione, un parere appunto, riguardo la diagnosi effettuata dal “primo” dottore. E dopo aver spiegato che tutto questo non è un atteggiamento di mancanza di fiducia nei confronti del primo medico, e dopo aver elencato anche quali sono le 3 regole fondamentali che dovrebbero governare questa situazione, vi vorrei dare qualche suggerimento in più. Di seguito trovate una serie di domande utili da fare al primo e al secondo medico: Perché questo trattamento è necessario? Quali sono i benefici attesi e quali i rischi potenziali? Cosa potrebbe capitare (e con quale probabilità) se questo trattamento non fosse eseguito? Esistono uno o più trattamenti alternativi? Se sì, quali sono i rischi e i benefici in rapporto a quello proposto? Il trattamento è scientificamente fondato? Al mio posto lei si sottoporrebbe al medesimo trattamento? Lo proporrebbe ai suoi familiari? Se no, per quale motivo? A questo punto, dopo ben 3 articoli dedicati all’argomento, spero di aver chiarito il concetto fondamentale:  il secondo parere dovrebbe

Posso chiedere ad un altro medico? -SECONDA PARTE-

secondo parere seconda parte - il blog del dottormic-

Dall’articolo precedente:“Stiamo parlando del “secondo parere”, un’opinione supplementare chiesta a un altro medico. Il secondo parere non è un atto di sfiducia verso il medico, ma un aiuto per il paziente per migliorare il suo grado di informazione e la sua capacità di prendere una decisione in modo consapevole. Nel caso si volesse intraprendere questa procedura, potrebbe essere utile avere chiaro cosa si intende chiedere al secondo medico, ovviamente avendo presente ciò che è stato chiesto al primo.” C’è una cosa che voglio precisare: ci dovrebbero essere 3 regole che governano questa situazione: Nel momento in cui il paziente decide di chiedere un parere ad un altro medico, il primo professionista non dovrebbe in alcun modo sentirsi a disagio o addirittura offeso. Se un medico è sicuro di avere scelto la giusta terapia per il paziente dovrebbe essere tranquillo nel momento in cui ad un altro medico venisse sottoposto lo stesso caso. Si tratta di una conferma di ciò che si è deciso o di avere la possibilità di recepire alcuni suggerimenti utili. Il paziente non dovrebbe utilizzare il secondo parere