L’acqua e N.O.I.

acqua ti vogliamo bene - il blog del dottormic -

Qualche giorno fa è stata la giornata mondiale dedicata all’acqua e alle problematiche legate al suo utilizzo. In Studio ne usiamo molta ogni giorno per le più svariate operazioni. Dal lavaggio dei ferri alla loro sterilizzazione il ciclo prevede l’utilizzo di molta acqua. Per alimentare tutti i trapani che usiamo c’è bisogno di un getto d’acqua che raffreddi la fresa e che asporti tutti i detriti.

A proposito sapete che da sempre trattiamo in modo particolare l’acqua che viene messa in circolo nello studio in modo da ridurre enormemente le problematiche legate all’utilizzo di acqua corrente all’interno delle poltrone dello studio?
Ci sono molti microorganismi che possono colonizzare tubi e apparecchiature proprio tramite l’acqua ed è necessario un lavoro particolare per tenere tutto sotto controllo.

Insomma senza acqua noi non possiamo lavorare.
Questo preziosissimo elemento che permette la vita sulla terra, ci consente, tra le altre cose, di svolgere al meglio il nostro lavoro.
La domanda è: cosa possiamo fare per ridurre lo spreco di acqua visto che comunque siamo obbligati ad utilizzarla?
Per esempio, tutti i rubinetti, oltre ad avere il congegno per spezzare e ridurre il flusso, sono temporizzati e non possono essere lasciati aperti inutilmente per lungo tempo.
Una piccola attenzione che cambia molto.

E poi?…

E poi mi è venuto in mente quando da piccolo mia mamma si arrabbiava se tenevamo aperto il rubinetto dell’acqua mentre ci spazzolavamo i denti. In effetti oggi mi sembra una cosa da evitare al punto che se mi dimentico mi sento in colpa.
In più devo aggiungere che molti igienisti, tra le varie indicazioni su come ci si dovrebbe lavare i denti, consigliano di non sciacquare la bocca dopo lo spazzolamento ma di sputare il dentifricio in eccesso e lasciare che i residui rimangano in bocca per aumentare l’apporto di fluoro che, come sappiamo, aumenta in relazione al tempo di contatto con lo smalto del dente.
Quindi, se vogliamo essere precisi, per lavarsi i denti serve davvero poca acqua.
Per finire vi dico che se avete qualche dubbio su questa pratica o se volete sciacquare un po’ la bocca dopo avere spazzolato vi suggerisco di riempire mezzo bicchiere di acqua e usare quella quantità.
Vedrete che è più che sufficiente per ottenere il risultato desiderato e allo stesso tempo rispettare l’ambiente in cui tutti viviamo.
Il futuro è nelle nostre mani e anche…nel nostro spazzolino da denti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.