Come una mela

La cura è come una mela che ci dividiamo. Il medico ne prende una parte e il paziente ne prende un’altra.

Io medico do il mio tempo per svolgere le cure e il paziente mette il suo tempo nel presentarsi regolarmente in studio per ricevere cure e controlli. Io ci metto la responsabilità nell’ascoltare le esigenze del paziente e trovare il miglior piano di cura possibile per lui in quel momento e il paziente ci mette la sua responsabilità nell’ascoltare le indicazioni e nel seguire il programma concordato.

Lo studio mette a disposizione tutti i suoi programmi per mantenere lo stato di salute della bocca prima, durante e dopo le cure e i pazienti mettono la loro costanza nel seguire il programma più adeguato. Lo studio ci mette il rispetto della migliore etica professionale cercando sempre la migliore soluzione tecnologica e i pazienti ci mettono la loro etica comportamentale nel rispettare le scadenze dei pagamenti e i prezzi concordati in partenza. Lo studio ci mette tutta l’energia necessaria per comunicare al massimo tutte le iniziative e le informazioni utili per una migliore esperienza delle persone al suo interno e i pazienti ci mettono volontà e attenzione nel ricevere le informazioni e nell’utilizzarle nel loro migliore interesse. Lo studio offre orari e disponibilità continua di tutti i professionisti e i pazienti rispettano gli appuntamenti e gli orari.

Per ogni fetta di mela che si prende lo studio, ne mette una a disposizione dei pazienti che lo frequentano. La cura è una scelta importante da parte del paziente. Nessuno è obbligato (tranne in rarissimi casi) a curarsi e se sceglie di farlo allora deve essere consapevole dei suoi diritti nei confronti del medico ma anche dei doveri che sempre accompagnano questi diritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.