COERENZA

coerenza - il blog del dottormic -

Coerenza, questo ci chiedono i nostri pazienti. Dobbiamo credere in quello che facciamo. Faccio quello che dico e dico quello che faccio. A volte si pensa che essere coerente significhi fare sempre bene le cose. Non è così semplice.

Essere coerente significa pensare e progettare tante azioni per migliorare la qualità del proprio lavoro e per riuscire a modificare la qualità della vita delle persone che frequentano lo studio. Significa poi farle sempre bene anche nella realtà? La risposta è no, non possiamo garantire che riusciremo a fare tutto quello che ci siamo proposti così come non possiamo garantire che non sbaglieremo mai ma possiamo promettere di dare il meglio per portare a termine i nostri obiettivi.

Sappiamo cosa fare per mantenere in salute le persone e facciamo del nostro meglio per farlo.

La coerenza in questo caso sta nel cercare sempre di dare il massimo per fare ciò in cui si crede. Quando abbiamo iniziato a portare avanti il progetto di 1SorrisoXTutti è stato proprio per avere qualcosa in cui credere e per avere la possibilità di dare il meglio per raggiungere l’obiettivo in cui si crede.

N.O.I. non vogliamo che accada qualcosa perché non è detto che accada e non possiamo garantirlo ma al contrario vogliamo dare il meglio per far si che qualcosa accada. È una situazione molto diversa perché anche se ciò che ci aspettiamo non si verificherà almeno saremo sicuri di avere dato del nostro meglio. In modo coerente appunto.

Lasciatemi solo aggiungere che, se daremo il meglio in tutto quello che facciamo, sarà molto più probabile che raggiungeremo i nostri obiettivi rispetto a chi non ci mette il 102% di energia in ciò che fa nella vita. Abituiamoci a dare il meglio, il resto arriverà come conseguenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.