POSSIAMO FARE MOLTO, DOBBIAMO FARE DI PIÙ

dobbiamo fare di più - il blog del dottormic -

Ebbene siamo arrivati al dunque. Siamo alla crisi nera.

Quindici giorni fa abbiamo chiuso alle prime notizie sul diffondersi del virus e in tanti ci hanno chiesto una spiegazione. Abbiamo chiuso per poterci informare ed organizzare al meglio e così, il giorno dopo, abbiamo riaperto con nuovi protocolli più sicuri ed affidabili. Oggi, nel momento in cui tutti chiudono, noi abbiamo deciso di tenere aperto perché abbiamo avuto due settimane per prepararci, per testare la nostra capacità di affrontare la crisi in studio con procedure sempre più severe e stringenti.

Quindi rimaniamo aperti con la metà del personale (le persone che hanno liberamente scelto di lavorare e di aiutarci) che si è reso disponibile per continuare ad offrire un servizio. Siamo aperti perché quando si sceglie di prendersi cura della salute di più di 10000 persone nei tempi buoni non si può fare finta di nulla nei tempi neri.

Siamo aperti perché in questi quindici giorni non abbiamo curato tutti ma abbiamo scelto di curare chi aveva bisogno di salute. Abbiamo fatto centinaia di telefonate (forse migliaia) per chiedere ai pazienti notizie sulla loro salute e così facendo non solo abbiamo selezionato le persone che era possibile curare con la massima tranquillità ma abbiamo anche responsabilizzato le persone che soffrivano dei sintomi specifici o che avevano avuto comportamenti a rischio.

Da ben quindici giorni abbiamo invitato molte persone a stare a casa!

Siamo orgogliosi di avere fatto un piccolo ma grande lavoro in questo senso e vogliamo continuare a farlo ancora meglio di prima.

Siamo aperti prima di tutto per comunicare e parlare con le persone perché nel nostro studio abbiamo scritto sui muri (letteralmente) che curiamo di più con le parole che con il trapano. Ed è proprio questo che abbiamo intenzione di continuare a fare. Lasciate un messaggio e noi risponderemo come abbiamo fatto fino ad ora. Cureremo le situazioni più urgenti, faremo passare il dolore e terremo a bada le infezioni, ripareremo le protesi alle persone anziane che stanno a casa (perché nella maggior parte dei casi si può fare) e poi continueremo a dare risposte, consigli, lasceremo ricette in segreteria per farmaci essenziali che solo noi, avendo a disposizione l’anamnesi dettagliata dei nostri pazienti possiamo ragionevolmente fare. In una frase: non abbandoneremo nessuno dei nostri pazienti perché tanti anni fa abbiamo deciso di farlo, anche rinunciando a qualche agio, a qualche comportamento comodo, a qualche sicurezza.

1SorrisoXTutti è un’idea di salute, un concetto che ci piace e che forse sembra banale quando tutto va bene ma che fa vedere la sua forza proprio adesso che tutto sembra andare male.

N.O.I. siamo aperti.

Comunicate con N.O.I.

Insieme, senza critiche, lamentele o giustificazioni (quante se ne leggono e sentono sui social in questo momento?) possiamo fare la differenza.

Vogliamo fare molto, vogliamo fare di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.