Plastic Challenge

plastic challenge - il blog del dottormic-

È arrivato il momento del Plastic Challenge!

È stato il dottor Matteo a scatenare tutto. Ha cominciato a parlare della possibilità di eliminare la plastica da alcune procedure di studio e ha scoperto che una delle maggiori fonti di produzione di questo materiale era costituita, udite, udite, dai bicchierini del caffè usati in abbondanza durante le pause in studio.

Sembra incredibile ma è stato calcolato un utilizzo annuale di migliaia di questi bicchierini che, inevitabilmente, andrebbero ad ingrossare la mole di materiale che ogni giorno deve essere trattata e smaltita. Sappiamo bene che la plastica non si può distruggere ma si può solo trasformare in qualcosa di differente e comunque potenzialmente inquinante.

Grazie a queste premesse è stato preso l’impegno di ridurre l’utilizzo dei famigerati bicchierini durante la giornata in favore di più ecologiche tazzine in altro materiale riutilizzabile. Questo è un piccolo passo utile ma è solo il primo piccolo passo al quale abbiamo subito deciso di farne seguire altri. L’iniziativa più importante in questo senso è costituita dalla decisione di farci aiutare da tutti istituendo il Plastic Challenge ovvero una competizione senza premi ma con altissimo valore aggiunto per le nostre vite.

Aiutateci a trovare in studio sistemi o procedure che eliminino o almeno riducano l’utilizzo della plastica, scriveteci o ditelo di persona. N.O.I. vi ascolteremo.
Stiamo già facendo questa ricerca e abbiamo attivato indagini e soprattutto abbiamo focalizzato la nostra mente su questo argomento. Sono già arrivate le prime idee ma non le vogliamo ancora svelare.
Vi dico solo che non avreste mai pensato che potessero esistere degli spazzolini da denti in bambù?! Sono sicuro che ci aiuterete e noi ci impegniamo già da oggi a recepire tutti i consigli e a farli diventare procedure per diminuire il grado di spreco di risorse e di inquinamento.

Ormai siamo nel tunnel del Plastic Challenge, e voi cosa farete?

Ci sono 3 commenti su “Plastic Challenge

  1. Anna Pesenti il

    E se ogni paziente portasse il suo bicchierino o venisse sostituito anche quello x il risciacquo?
    E un fazzoletto personale al posto del bavaglino di carta?
    Bravi!

    Rispondi
    • Valentina il

      Grazie Anna del suggerimento. Lasciamo questo consiglio ai nostri pazienti e vediamo se qualcuno si presenterà con il suo bicchiere personale…a quel punto toglieremo il nostro monouso che avremo risparmiato!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.